ALL NIGHT LONG ON THE BIKE NOTTURNO 2014 19/20 LUGLIO ENNA

Cari soci ed amici ben trovati, domenica abbiamo completato questa prima parte di anno con uno tra i nostri eventi più rappresentativi, “ALL NIGHT LONG ON THE BIKE, NOTTURNO 2014”, che ci ha visti protagonisti di un meraviglioso giro tra le provincie di

\r\n \r\n

Caltanissetta, Catania, Enna e Agrigento. Dalla montagna al mare, dalla piana di Catania, all’Etna; dal comune situato nel centro geografico della Sicilia, Enna, sino al porto di Licata. Quasi 400 Km percorsi nelle giornate più calde di quest’estate, dove ieri a Capodarso la temperatura ha toccato 38,5°, mentre sulla piana il giorno prima, si era arrivati sino a 36°. Non è bello viaggiare quando le temperature sono così alte, ma la voglia di moto e di vento in faccia ( nel mio caso non posso dire “vento tra I capelli”……) permette di affrontare anche queste difficoltà. Direi di cominciare subito con il ringraziare le nostre donne, coloro che nonostante tutto sopportano come noi, anzi più di noi, le cavalcate in moto. Le donne dei motociclisti sono eccezionali, per amore del compagno/marito sopportano la moto, il caldo , le scomodità, il sacrificio di non potersi portare appresso tutto il loro guardaroba da mostrare nelle serate di gala, il miglior costume, I migliori gioielli e chi più ne ha più ne metta. Sono orgoglioso di mia moglie, e sono felice di constatare che la rappresentanza femminile è sempre più una presenza costante ai nostri eventi. Per tale ragione comincio con il ringraziare una ad una tutte le signore presenti: Elisa, Viviana, Rosalba, Maria Grazia, Tiziana, Viviana, Teresa, Zoraida, Loredana, Rosalba, Tiziana, Rosaria, Lavinia, Margherita, la sig.ra Palazzolo, la sig.ra Carvana e la sig.ra Morteo. Poi ci sono i maschietti, i motociclisti, i riders, che vado via via ad elencare ringraziandoli per aver preso parte a questo nostro 5° notturno: Rosario, Carlo, Ezio, Tonino, Massimo, Giovanni, Nuccio, Piero, Giuseppe, Franco, Peppe, Marcello, Filippo, Rocco, Carmelo, Davide, Gianfranco, Gaetano, Giuseppe, Emanuele, Enzo, Federico, Matteo ed il sottoscritto. Permettetemi di fare i complimenti ad Ezio e Tonino per aver organizzato l’evento in tutta la sua interezza, sono stati veramente bravi e a loro va la nostra riconoscenza. Ringraziamento particolare al direttore del Federico II, che ha soddisfatto tutte le nostre richieste, regalandoci un fine settimana di pieno relax, coccolati in una struttura veramente bella ed accogliente. Terminato il giro dei ringraziamenti, scusandomi in anticipo se ho dimenticato di menzionare qualche partecipante, passiamo al racconto dell’evento, che ha preso il via dalla nostra nuova location di partenza, ovvero il “Bar Auriga”. Alle ore 17.35, 23 motociclette si sono messe in viaggio direzione Catania, con prima tappa a “Piano Bottaro”, dove ad attenderci c’era il mitico Filippo, del “Goldwing Club Catania”, una piacevole presenza, direi quasi costante, in molti nostri eventi. La salita sull’Etna è sempre una piacevole scoperta per i motociclisti, mano a mano che si sale, il paesaggio cambia colore, cambiano i profumi, cambia il paesaggio, ma soprattutto in queste giornate di gran caldo cambia la temperatura. Dopo quasi due ore di viaggio, attraverso la piana di Catania, con i suoi 36°, la sosta al bar/ristorante La Nuova Quercia è parsa come un’oasi nel deserto, dove i nostri centauri, e le rispettive signore, hanno potuto rilassarsi e dissetare le gole asciutte. Pausa breve quella a Piano Bottaro, e sull’Etna in generale, luogo che merita più alta attenzione, sicuramente con una prossima più approfondita visita. Alle 19.55 abbiamo ripreso la marcia, verso la nostra meta finale, Hotel Federico II in Enna, dove siamo arrivati attorno alle 21,50. La prima sorpresa era lì ad attenderci, un favoloso ricevimento a bordo piscina, un’atmosfera da serata di gala, con tanto di tovagliame d’occasione. Cena a base di pesce favolosa; tutto squisito dall’antipasto ai due primi fino al secondo e, sorpresa delle sorprese, torta di compleanno per la nostra carissima Loredana, gentilmente offerta dal marito Franco “Iceman”, che pare di ghiaccio, ma in fondo, in fondo, insomma molto in fondo, ha un cuore d’oro……ahahahahahah . In questa occasione rinnovo gli auguri a Loredana e a Franco per la splendida famiglia che hanno saputo costruire; difficilmente si vede un’intera famiglia che, con figli motociclisti al seguito, partecipa allo stesso evento. La serata è poi continuata sempre a bordo piscina dove il socio Rocco ha raccontato le sue avventure con i massaggiaTORI, nel senso più animalesco del termine, nei posti in cui è stato in vacanza. In effetti è sempre bene chiedere chi sarà a farti il massaggio, e non dare per scontato nulla………ci si potrebbe trovare in guai NERI…….ahahahahahahah. La domenica mattina già alle 09,00 la famiglia D’arma aveva ngignato la piscina…….evidentemente in quella camera faceva troppo caldo…….per restare …..Nuccio u Lupu……..ahahahahah. Per me che non sono mattiniero, la discesa in piscina alle 10,30 era già un sacrificio enorme…..ma tant’è!!! In piscina c’era uno strano essere che si aggirava minaccioso, non era giovane, la peluria bianca attorno al capo, i baffi bianchi, sembrava un tricheco. Ogni volta che si muoveva spostava enormi quantità d’acqua, che investivano tutti quelli che erano attorno alla piscina….. Mano a mano che mi avvicinavo cominciavo a capire….ecco si trattava di Ezio, giuro che in costume e con la cuffia in testa ha la stessa forma di un Tricheco. “Dicesi Tricheco un grande mammifero marino pinnipede, riconoscibile per le zanne prominenti, i baffi e la grande mole” andate a guardare le foto…….è lui, non c’è dubbio…….ahahahahah. La mattinata in piscina è scivolata troppo velocemente, non è giusto, si stava così bene…. Alle 13,00 eravamo già tutti a tavola, dove ad attenderci c’era un altro pranzo luculliano. Alla fine del pranzo altra torta, questa volta gentilmente offerta dal direttore dell’Hotel con tanto di logo “Le Moto” con la descrizione dell’evento. Fuori la temperatura continuava a salire, era consigliabile attendere un po’ prima di rimettersi in viaggio, ma per veri motociclisti come noi, nulla è impossibile…….e alle 16,30 ci siamo rimessi in viaggio, con il termometro della motocicletta segnava 38,5°, i muoriri……. Fortunatamente la nostra meta era Licata, Marina Cala del Sole, divenuta ormai un posto frequentatissimo dai turisti di tutto il mondo, dove l’aria del mare ci avrebbe certamente rinfrescati. In effetti, appena usciti dalla SS 626, ci ha investito una brezza marina che ci subito rinfrescati. La passeggiata sulla marina, nel tardo pomeriggio, ha reso veramente piacevole questo evento, direi quasi la ciliegina sulla torta di un “All Night Long On The Bike” che rimarrà nei nostri ricordi. Alle 19,05 la comitiva si è congedata con la rituale foto di gruppo nel parcheggio del Mcdonald, dandosi appuntamento a settembre per le prossime, speriamo gradite, uscite. Buone vacanze a tutti. Umberto