MOTORACCONTO MARSALA/CASTELMOLA 24 NOVEMBRE

Allora ragazzi benvenuti e ben ritrovati, vi racconto Marsala, anzi no per prima vi racconto ciò che hanno fatto sette persone, anzi per essere più precisi, sette motociclisti veri, affiliati al più “bellissimo” motoclub di gela, domenica. Appuntamento ore 7 al solito posto tra qualche lampo e qualche tuono ancora , ore 7 e 45 decidiamo di partire. Viaggio regolare e tempo ottimale arriviamo alla prima meta prestabilita e si presenta davanti a noi uno scenario a dir poco surreale, mai nessuno ha visto qualcosa di simile, ossia vedere da Marsala, con un cielo

\r\n \r\n

terso, l'Etna ed ancora, trovare per strada cenere vulcanica a iosa. Allora ci viene un dubbio e ci guardiamo tutti assieme esclamando "volete vedere che abbiamo sbagliato strada?" Chiediamo in giro e ci rendiamo conto che siamo finiti tra i borghi più belli d'Italia ovvero Castelmola. Tutti inveiamo contro Nino perché ci ha fatto sbagliare strada!!! Ma ormai eravamo li e ci siamo rimasti chiedendoci tutti la stessa cosa " ma oggi non era previsto acqua freddo e vento tutto il giorno e tutto il percorso " invece abbiamo trovato tutt'altro, quindi pensiamo che le previsioni sono poche attendibili anzi inaffidabili. AH AH AH!! Comunque ci ritroviamo immersi in questo borgo che gode di una vista eccezionale, in quanto si vedeva tutta la costa del catanese e benissimo la Calabria, guardando le foto che saranno pubblicate vi renderete conto che non sono le solite minchiate che dice Maurilio, ossia lo scrivente, certo, ogni tanto tocca a me questo compito, ma c'è chi è più bravo di me. No a scrivere minchiate, a scrivere i nostri trascorsi di giornate passate in tutta spensieratezza e uniti da quella cosa che si chiama passione verso una forma strana di oggetto con una ruota davanti una dietro ed un motore al centro chiamata MOTO. Vi stimo tutti, fratelli!!!!! Ritornando a quelle 7 persone con tanto sale in zucca, si decide dopo una visita di tutto il borgo e la visita di rito presso il Bar Turrisi, bar che farebbe venire l'acquolina al ns. presidente, non del motoclub ma della regione, sicuramente cambierebbe location abitativa, da Tusa a Castelmola, tanto sempre in provincia rimane. Finita la visita in questo bar, dove qualcuno è rimasto, per le dimensioni, altri come me e Carmelo le riteniamo cose normali, ci dirigiamo verso l'Etna, percorso a rilento per via di quella cenere vulcanica presente per strada, arriviamo in quel di Nicolosi, dove una breve sosta, consigliata da Nino , stavamu lampannu ca’ fami, ci sediamo in un bar tavola calda rifocillandoci. Uscendo abbiamo trovato la sorpresa. Il tempo era cambiato repentinamente, cielo nero, vento e nevischio che piano piano iniziava a scendere, quindi decidiamo di non continuare a salire, tanto comunque ci avrebbero bloccati, scendiamo in direzione home. Ecco qua, le previsioni sono diventate attendibili, da Mineo incominciamo a prendere qualche goccia per poi intensificarsi sotto Caltagirone e così via via fino a Gela ma noi già ci eravamo organizzati per tempo evitando così di fermarci. Alle 17 e 40 siamo arrivati sani salvi e perché no un po' bagnati, non noi, ma gli antipioggia. Ah dimenticavo i magnifici sette erano, il sottoscritto, cca’ moto pristata, Carmelo, Tonino, Nino, Giovanni, Nuccio e Maurizio. Ora vi posso raccontare Marsala. Non ci siamo andati perché si sono presentati in 9 anche se avevo una lista di 17 persone. Ah, un saluto va anche a Filippo e Vania che comunque si sono presentati all'appello delle 7 pronti per seguirci in auto. Bene concludo col ricordarvi i prossimi impegni ossia il pranzo sociale e l'evento che organizzeremo sul Corso V. Emanuele con l'associazione Musicattiva del nostro caro primo presidente, allietando il pomeriggio di tutti i bambini, con simpatiche sorprese.