Santa Lucia del Mela

VeloRacconto e.g.

\r\n

Gela, 23 Ottobre ore 07:00

\r\n

Puntualissimi come sempre ci siamo incontrati presso il bar la Capannina, già con l’adrenalina addosso per affrontare un altro dei nostri eventi o come direbbe qualcuno alla conquista di un altro Castello, visto che lo scopo della nostra

\r\n \r\n

associazione è proprio quella di riscoprire e valorizzare i castelli siciliani e la sua storia.

\r\n

 

\r\n

Dopo aver atteso per circa 10/15 minuti qualche ritardatario/a si parte alle ore 07:45 destinazione Santa Lucia del Mela.

\r\n

 

\r\n

Una lunga carovana composta da 33 equipaggi si mette in viaggio guidati in testa da Carlo ed Enzo.

\r\n

 

\r\n

Puntualissimi alla tabella di marcia si fa la prima sosta dopo il casello di Acireale, dove si attende il mitico neo  VV.FF. ( Vigile del Fuoco)  Gianluca Stellario e consorte.

\r\n

Ezio e Tonino a sua volta allungano il passo per raggiungere gli amici di Roccalumera centauri del Goldwings Club.

\r\n

Non appema ricompattato il gruppo, si parte per raggiungere la meta, ma Maurilo con i suoi RATTOPARLANTI ci comunica la triste notizie della morte di Simoncelli. Tutti a sua volta rallentiamo la nostra corsa verso la metà per cercare di capire quanto sia avvenuto.

\r\n

 

\r\n

Tra i centaurui si vedevano cenni da cui s’intuiva l’avvenuta morte del grande SIMONCELLI….

\r\n

 

\r\n

Ma la vita va avanti e anche le nostre ruote che pian pianino riprendono a girare sempre piu’ velocemente.

\r\n

 

\r\n

Giovanni d’Arma e consorte sbagliano uscita dell’autostrada è l’occasione per rifermarci nell’attesa e commentare quanto era accaduto.

\r\n

 

\r\n

Grazie agli amici del Goldwings telefonicamente raggiungiamo giovanni dicendogli di proseguire e prendere l’uscita Rometta.

\r\n

 

\r\n

Di nuovo tutti insieme verso la meta.

\r\n

 

\r\n

Puntualissimi alle ore 11:25 dopo circa 260 km…varchiamo i cancelli dell’azienda agrituristica “Parra nto pammentu “ è già alla vista di una tavolo apparecchiato con frittelle di zucca, olive, mortadella, peperoni, caponata ecc…..ci ha fatto dimenticare i km messi sopra sella.

\r\n

Accolti dall’Amministrazione Comunale e dall’Ass. al Turismo ci sono state donate due targhe di ringraziamento per aver visitato il Comune in oggetto e l’azienda.

\r\n

 

\r\n

Visto che la giornata era con noi, ma non per molto, ci siamo soffermati sotto alberi di gelsi, chi sopra altalene, chi a farsi i giri con il mitico SI della piaggio e visto anche che la visita al Castello era prevista per le ore 15:00, Maurilio chiede al Sig. Parra di anticipare il pranzo è fu’ cosi…..

\r\n

 

\r\n

Ragazzi non vi dico casa hanno tirato fuori dalle cucine ….ci si doveva trovare li…….frittatine, pasta, carne, trippa, legumi, dolci e poi la mitica Malvasia.

\r\n

 

\r\n

A stomaco direi stracolmo attendiamo la staffetta dei VV.UU. per farci fare il giro per le vie Cittadine.

\r\n

 

\r\n

Giustamente il Sig. Parra suggerisce ai VV.UU. di farci fare il percorso storico che ha fatto Garibaldi…..

\r\n

 

\r\n

Ma cazzo….Garibaldi aveva i mille e i cavalli…….e non le motomme.

\r\n

 

\r\n

Avete presente la discesa del Bastione?.......riducetela di ¾ aggiungeteci circa 8 tornati a strettissimo gomito con raccordo di curvatura di un metro circa…..aggiungeteci il bagnato, le basole, le auto in sosta…..insomma gli ingredienti giusti per stramazzarsi……e detto dal GRANDE EZIO……..ci dovete credere….Io non sono caduto grazie alla tenacia di Carlo e Filippo che m’incoraggiavano ad andare avati, ma il povero Tonino si è arreso, forse perchè le vigilesse sono tornate indietro a riprenderlo e a fargli fare un giro diverso.

\r\n

 

\r\n

Tutto sommato si arriva davanti ad una chiesa dove sono stati girati alcuni cortometraggi del film il 7 e l’8 di Ficarra e Picone per intenderci.

\r\n

 

\r\n

Dopo una piccola pausa, in cui i coniugi D'Arma Filippo e Simona sequestrano una vespa 50 special arancione, costringendo il proprietario a darsela a gambe levate fino a casa…..si riprende la risalita fino al Castello e Cattedrale della Madonna del Mela…..brevi cenni storici, panorama mozzafiato, ci si rifocilla un po e si riparta alla volta di Gela.

\r\n

 

\r\n

Tanta stanchezza, ma tanti sorrisi….ci siamo ritrovati al solito davanti al Sileno per i consueti saluti e l’appuntamento per il mese prossimo.

\r\n

 

\r\n

Dobbiamo rendere onore a due nuovi soci…..Nuccio d’Arma e consorte e Rosario Aliotta e fidanzata, che nonostante le avversità climatiche e un abbigliamento improvvisato e un casco appannato causa della rottura della visiera, hanno saputo affrontare con caparbietà le avversità clmatiche e Kilometriche……..

\r\n

 

\r\n

Umberto ci sei mancato (forse!!!!!)